Il Coronavirus avanza: e tu cosa hai deciso?

Tempo di lettura: 2 minuti

Sono di questi giorni le notizie che ci stanno tenendo in apprensione legate al famoso Coronavirus ed alla sua diffusione a livello globale ed ogni giorno si registrano diversi nuovi casi,anche nella nostra penisola.

Cominciano quindi le ordinanze a più livelli nelle varie regioni, con divieti più o meno importanti e restrittivi ed in questi momenti emergono le capacità di reazione e coordinamento di quello che gli inglesi chiamano “Decision Making”, ovvero decidere la COSA giusta da fare, nel tempo giusto in cui farla, cioè prima che sia troppo tardi e che la situazione degeneri magari poi “sfuggendo di mano”.

Stiamo guardando tutti alle decisioni dei nostri governanti, augurandoci che decidano saggiamente e che lo facciano il più in fretta possibile:la psicosi un po’ generalizzata ci fa percepire sicuramente un pericolo maggiore di quello a cui potremmo andare incontro.

Non è per niente facile decidere! È sicuramente più facile aspettare e vedere come vanno le cose, lasciare che scorrano gli eventi o magari che qualche persona o evento esterno ne modifichino il corso!

E sai perché succede tutto questo?

Perché decidere richiede uno sforzo, un’analisi degli elementi e delle variabili, può richiedere la valutazione di uno o più contesti.

Ricordo che qualche anno fa, Roberto Re, in un suo coaching disse: “…il non decidere genera immobilismo!”

E questa frase è terribilmente vera!

Quante cose procrastinate con i vari: “…più avanti vedremo”,  “…ne parleremo”, “… bisognerà che ci guardiamo”, espressioni inutili senza aver  almeno definito:
1.Un soggetto esecutore
2.Un tempo di esecuzione.
3.Una tempo in cui verificare l’esecuzione di quanto pianificato.

In più occasioni negli anni delle mie collaborazioni o consulenze aziendali a vari livelli,ho avuto a che fare con questo immobilismo legato alla “non decisione” che,per chi ha voglia di lavorare è decisamente frustrante perché ti lega le mani, impedendoti di lavorare appieno o di provare a percorrere nuove strade.

Quindi nei prossimi giorni staremo a vedere gli effetti del “Decision Making” a livello nazionale dei nostri governanti…e tu,a livello personale hai DECISO su qualcosa che hai magari in arretrato?
O pigramente attendi che le cose si allineino confusamente e banalmente da sole?

Pensaci e…Decidi!

87770cookie-checkIl Coronavirus avanza: e tu cosa hai deciso?
You might also like
Menu